Apertura area archeologica di Attidium

L’area archeologica di Attidium, a pochi chilometri da Fabriano, si apre al pubblico e nel periodo estivo l’importante complesso termale del municipio romano sarà visitabile da martedì a sabato dalle ore 16 alle 19 e in altro orario su prenotazione (mob. 377 2816804 / mail info@archeomega.com).

Grazie alla collaborazione con Arte Picena, archeologi professionisti specializzati in archeologia sperimentale, si prevedono inoltre delle attività rivolte alle famiglie: venerdì 18 agosto alle ore 17.30 i ragazzi potranno cimentarsi nella realizzazione di antiche lucerne romane e venerdì 1 settembre nello stesso orario, nella lavorazione dei metalli, in particolare per la produzione di fibule.

Dal 24 al 27 agosto, in concomitanza con la manifestazione Attidium Romanum, si prevedono visite guidate gratuite all’area.

Le attività si svolgeranno in qualsiasi condizione meteorologica

L’apertura dell’area, a cura di Archeomega soc. coop. e l’associazione Gli Attidiati in accordo con il Comune di Fabriano e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, è un primo passo verso la valorizzazione di un sito di notevole interesse, per la città e per il territorio; interesse confermato anche dai 1.766 voti ottenuti nell’ultimo censimento “I Luoghi del Cuore” promosso dal FAI. Attidium è risultato infatti il sito più votato della provincia di Ancona, il 4° della regione e il 168° a livello nazionale.

Il sito rinvenuto durante gli scavi condotti dalla Soprintendenza nel 1989 e nel 1993, è stato oggetto di recenti indagini dal 2013 al 2016: durante le ultime campagne di scavo sono stati individuati ulteriori ambienti mosaicati di tipo termale, tra cui un’ampia vasca absidata ed uno spogliatoio, e parte dell’impianto fognario ed idraulico.

 

 

Lascia un commento