Il museo è servito

 

L’estate dei Musei delle Terre Suasane si conclude con “Il museo è servito”, una rassegna di visite guidate speciali, che si svolgeranno negli ultimi due fine settimana di agosto, nelle giornate di sabato e domenica.

Ogni visita sarà l’occasione per approfondire un tema particolare, alla scoperta di aspetti della vita quotidiana, del territorio e curiosità storiche.

Si inizia sabato 21 alle ore 18 al Parco archeologico città romana di Suasa, con un percorso tematico dedicato a bambini e famiglie, dal titolo “Un giorno da romani”, attraverso il quale riviverne usi e costumi. Si proseguirà domenica 22, sempre alle 18 al Parco di Suasa con la visita guidata “Ti racconto una cena dai Coiedii”, che permetterà di scoprire il rituale del banchetto romano, ambiente dopo ambiente, immaginando di essere stati invitati nella domus suasana. Durante l’evento saranno esposti prodotti tipici a tema.

Il fine settimana successivo la visita “In taberna” si svolgerà sabato 28 agosto alle ore 18 presso il Museo civico archeologico di Castelleone di Suasa, e passerà in rassegna prodotti, cibi e ricette dell’età romana: anche in questa occasione presso il museo sarà allestita un’esposizione di prodotti locali.

Il ciclo di visite si concluderà domenica 29 con un doppio appuntamento: il mattino alle ore 11, presso il Museo di Santa Maria in Portuno a Corinaldo, dove si verrà guidati in un percorso dal titolo “L’arte di rendere grazie” alla scoperta degli ex-voto e di tutte quelle opere che sono espressione della devozione popolare. Il pomeriggio alle ore 18 sarà la volta

del Museo civico archeologico del territorio a San Lorenzo in Campo, in cui si tratteranno gli aspetti del territorio e del paesaggio nella preistoria, nel corso della visita “Prima di Suasa: rocce, piante, animali, uomini”.

La rassegna di visite è organizzata da Archeomega soc. coop. in collaborazione con il Consorzio Città Romana di Suasa e i Comuni di Castelleone di Suasa, Corinaldo e San Lorenzo in Campo.

Per prenotare la visita è possibile contattare il numero 377 2816804 o scrivere a info@archeomega.com

 

Didattica inclusiva

Una didattica per tutti è possibile? Un museo può essere compreso appieno da tutti? Quale linguaggio è più indicato per i ragazzi? Una visita guidata o un laboratorio può rivolgersi ad ogni partecipante, in maniera inclusiva? Come possiamo ottenere risultati nella breve durata dell’attività? Quali mezzi abbiamo a disposizione? Cosa può fare un museo per aprirsi al suo pubblico? Qual è il ruolo dell’operatore museale in questo senso?

Molte volte ci poniamo domande come queste, spesse volte le risposte risultano troppo complesse da attuarsi. Chiaramente si tratta di aspetti che richiedono una certa preparazione, non ci si può improvvisare né pretendere di trovare soluzioni su due piedi. Per poter parlare di didattica inclusiva c’è bisogno di formazione, esperienza e una forte consapevolezza di quelli che sono i diritti di ciascun individuo in ambito museale.

Grazie a preziose collaborazioni, negli ultimi anni abbiamo ottenuto importanti risultati in questo senso. Basti pensare ai progetti “Creativi digitali” e “Arte mai vista” che hanno portato alla realizzazione di due percorsi permanenti pensati per la Pinacoteca Molajoli di Fabriano.

 

CREATIVI DIGITALI

Un progetto di comunicazione e didattica museale innovativo tra scuola, museo e radio. “Creativi digitali” non è uno slogan ma un’iniziativa concreta che ha visto impegnati diciotto bambini della scuola primaria Mancini di Fabriano con un obiettivo singolare: raccontare la Pinacoteca Molajoli di Fabriano ai loro coetanei per farli appassionare del museo, del proprio territorio e dell’arte, utilizzando strumenti digitali. Idea ambiziosa subito tramutata in un progetto a quattro mani, che ha visto collaborare la IV B della scuola Mancini – Istituto comprensivo “Aldo Moro”, la Pinacoteca civica “Bruno Molajoli”, Radio Gold e Archeomega soc. coop.

Per maggiori approfondimenti clicca qui

VIDEO

ARTE MAI VISTA

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio del 2018 viene presentato in pinacoteca il percorso tattile realizzato su una selezione di opere della collezione storica. L’idea, nata dalla collaborazione tra Archeomega e la docente fabrianese Rosa Martellucci, si è sviluppata nel corso di alcuni mesi fino alla riproduzione di alcune opere che fanno attualemente parte del percorso espositivo permanente. Al percorso tattile si sono aggiunte più recentemente audiodescrizioni delle opere, per garantire una migliore lettura dei dipinti.

 

Per maggiori approfondimenti clicca qui

VIDEO

Arte mai vista

 

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, evento al quale la Pinacoteca civica “Bruno Molajoli” di Fabriano aderisce dal 2015, sarà presentata la prima fase di allestimento della guida tattile della collezione storica, sabato 22 settembre alle ore 16.
“L’arte di condividere” è il tema di quest’anno declinato nella Pinacoteca Molajoli come forma di accoglienza sempre più ampia.
“Arte mai vista” è inoltre il titolo del progetto pilota che sarà presentato in questa occasione per far conoscere il nuovo percorso per non vedenti, realizzato da Archeomega in collaborazione con la professoressa fabrianese Rosa Martellucci, che ha contribuito fornendo supporto tecnico e materiale.
In questa fase preliminare sono state selezionate alcune opere, realizzate a mano in maniera funzionale a garantirne la migliore leggibilità, sia ponendo l’accento sugli aspetti più significativi, sia risaltando alcuni dettagli rilevanti. I soggetti di affreschi, tavole e tele, una volta riprodotti, acquisiscono la terza dimensione attraverso un fusore Zi-fuse che pone in rilievo le parti scure dell’opera stampata su un apposito supporto cartaceo. Alla riproduzione si abbinano testi descrittivi delle singole opere e del contesto storico artistico in caratteri braille: il risultato è dunque sia una guida tattile sfogliabile che illustra i principali periodi ed artisti della collezione storica, sia un allestimento di supporto utile alla visita stessa della Pinacoteca.
All’iniziativa hanno collaborato a vario titolo, nel corso del precedente anno scolastico anche alcuni studenti del Liceo Scientifico Vito Volterra – Fabriano, nell’ambito del progetto di “alternanza scuola-lavoro” svolto presso la Pinacoteca Molajoli.

M.A. P. S. – Progetti per Scuole Secondarie di Secondo Grado

PROGETTO M.A.P.S.

Musei | Archeologia | Patrimonio | Scuola

Diamo il benvenuto al nuovo anno scolastico con un inedito progetto rivolto alle scuole secondarie di secondo grado.

Il progetto M.A.P.S. – Museo, Archeologia, Patrimonio,Scuola si aggiunge alla programmazione didattica già avviata presso il Museo Archeologico Nazionale delle Marche di Ancona e i musei archeologici di Arcevia, Cingoli e Numana e prevede una serie di moduli didattici volti all’approfondimento di specifici aspetti legati al territorio e al suo patrimonio.

In particolare si prevedono diverse tipologie di approfondimento legate agli specifici indirizzi di studio o al territorio di pertinenza e diverse modalità didattiche: dalla lezioni frontale ai percorsi museali, attività laboratoriali e trekking urbani. Continua a leggere

NaturalMente Arte – Giornate Europee del Patrimonio in Pinacoteca

Anche quest’anno la Pinacoteca civica “Bruno Molajoli” aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio in programma il 23 e 24 settembre. Il tema scelto dal Mibact per questa edizione è “Cultura e Natura”, per celebrare l’inscindibile legame tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda, un argomento sempre attuale che consente di ripercorrere gli sviluppi artistici, e non solo, dell’uomo in relazione all’ambiente e alla natura.
“NaturalMente Arte” è l’evento organizzato dalla Pinacoteca civica in programma domenica 24 alle ore 16.30: ospite dell’incontro il presidente del WWF Marche Jacopo Angelini che, insieme agli operatori museali, guiderà il percorso ponendo l’accento sull’evoluzione del paesaggio nei secoli e su come l’ambiente abbia influenzato le scelte insediative dell’uomo. Ad una breve presentazione introduttiva del territorio seguirà la visita della collezione incentrata sul rapporto tra l’uomo e il paesaggio, nonché sull’evoluzione artistica della sua rappresentazione. Il percorso sarà accompagnato da effetti sonori a tema.

L’evento, organizzato dalla Pinacoteca civica “Bruno Molajoli” in collaborazione con Archeomega soc. coop. e il Dott. Jacopo Angelini, è gratuito e aperto a tutti.
Per questioni organizzative è gradita la prenotazione al numero 0732 250658 (da martedì a domenica h 10-13 e 15-18) o via mail all’indirizzo pinacoteca.molajoli@comune.fabriano.an.it

Per le giornate di sabato 23 e domenica 24 l’ingresso in Pinacoteca sarà gratuito.

 

Apertura area archeologica di Attidium

L’area archeologica di Attidium, a pochi chilometri da Fabriano, si apre al pubblico e nel periodo estivo l’importante complesso termale del municipio romano sarà visitabile da martedì a sabato dalle ore 16 alle 19 e in altro orario su prenotazione (mob. 377 2816804 / mail info@archeomega.com).

Grazie alla collaborazione con Arte Picena, archeologi professionisti specializzati in archeologia sperimentale, si prevedono inoltre delle attività rivolte alle famiglie: venerdì 18 agosto alle ore 17.30 i ragazzi potranno cimentarsi nella realizzazione di antiche lucerne romane e venerdì 1 settembre nello stesso orario, nella lavorazione dei metalli, in particolare per la produzione di fibule.

Dal 24 al 27 agosto, in concomitanza con la manifestazione Attidium Romanum, si prevedono visite guidate gratuite all’area.

Le attività si svolgeranno in qualsiasi condizione meteorologica Continua a leggere

Chi trova un piceno trova un tesoro!

In collaborazione con i colleghi di Archeo in Progress una caccia al tesoro tutta picena nelle splendide sale dell’Antiquarium di Numana, la cui protagonista assoluta è la Tomba della Regina! L’appuntamento ogni giovedì pomeriggio dal 17 luglio al 31 agosto e l’ultimo giovedì di ogni mese in compagnia di Mamma Cult.

NATALE COSMICO_locA trent’anni dalla scomparsa del grande artista di origine fabrianese Edgardo Mannucci, la Pinacoteca civica “B. Molajoli” di Fabriano in collaborazione con Archeomega soc. coop., vuole ricordare la figura di uno dei protagonisti dell’arte plastica informale del ‘900.
Due gli appuntamenti dedicati al poliedrico scultore, che ha indirizzato la sua ricerca artistica verso un immaginario cosmico e atomico, profondamente influenzato dalla catastrofe di Hiroshima: un immaginario che trova espressione attraverso lo sprigionarsi di un’energia vorticosa e guizzante, grazie alla quale la materia si espande nello spazio e trova la sua forma. Continua a leggere

DERIVE/percezioni urbane

deriveFabricamenti, in collaborazione con Archeomega, organizza per sabato 28 maggio 2016 una nuova esperienza di “Derive/percezioni urbane” in occasione del convegno nazionale di Feder Trek ‘APPENINO DA RIVIVERE’ all’interno del programma del festival ‘LO SPIRITO E LA TERRA’ .

Un’ azione che prende spunto dalla “deriva urbana”, una tecnica di esplorazione utilizzata dal movimento Situazionista, attivo negli anni 60. Continua a leggere